Morlotti

  • Preview Opere in Asta
  • 02 Arte Moderna e Contemporanea
  • Milano
  • 09 Nov 2018

Italia
Pittore

Con grande attenzione culturale, Ennio Morlotti ha assistito allo svolgersi delle esperienze artistiche europee del dopoguerra, condividendo la propria consapevolezza all’Informale, ma, allo stesso tempo, la necessità di fare tabula rasa e ripartire. Malgrado le difficoltà che avvertono gli artisti del periodo, i quali manifestano comunque una effettiva volontà di rinnovamento, l’artista lombardo apporta il suo notevole contributo sulla scena artistica italiana.

Arte di visione e arte di espressione è il binomio dal quale si muove la ricerca interpretativa di Morlotti, il quale cerca di far coincidere questi due aspetti ad un'immagine, facendo vivere nell'opera la più intensa partecipazione emozionale.Ciò che gli interessa è il momento nascente dell'immagine, la sua relazione con l’io più profondo e trovarne una traccia, un segno pittorico. Gli anni Cinquanta sono quelli in cui l’artista si afferma in maniera totale, anni risolutori, che rientrano in un percorso caratterizzato da un’eccezionale carica espressiva. La materia si fa sempre più presente, riveste un ruolo importante nella sua crescita pittorica, ricca di strati cromatici densi, di una risoluzione gestuale, istintiva.  Con le opere del 1955 si apre la più elevata e intensa stagione creativa di Morlotti: quella felice, rigogliosa "vendemmia", come la definì lo stesso l'artista, che prosegue fino agli inizi degli anni Sessanta con esiti qualitativamente elevati. Di questi anni sono le rive dell'Adda, le calendole, gli intrecci vegetali, le bagnanti e i campi di granoturco. L'opera che presenteremo nella prossima asta è proprio 'Granoturco', un elaborato olio su tela in cui Morlotti esprime una grande carica gestuale, colma di Phatos , che restituisce una ricchezza e pienezza formale. Emerge la densità materica che lega il continuo confrontarsi di espressione e di visione, sopracitato, in un intrecciarsi di pennellate. Il segno che prima irrigidiva le sue composizioni, ora interviene liberamente, divenendo sintesi di struttura e colore e aderendo totalmente alla propria profonda essenza. Un'esplosione di colori, una sontuosa e penetrante tavolozza di verdi, marroni, aranciati e rossi, assorbono l’intera superficie senza seguire alcuno schema compositivo. Granturco è la testimonianza in cui la pittura morlottiana raggiunge il suo apice nel panorama dell'Informale internazionale.

Leggi di più Comprimi

Fonte

  • Gianfranco Bruno, Pier Giovanni Castagnoli, Donatella Biasin, Ennio Morlotti. Catalogo ragionato dei dipinti, Ed. Skira, 2000

Registrati all’asta

Per partecipare all’asta bisogna prima essere registrati al sito.


Hai già un account su Mediartrade Casa d’Aste? Accedi


Nuovo su Mediartrade Casa d’Aste? Registrati

Login


Nuovo su Mediartrade Casa d’Aste? Registrati

Crea un Account

Registrandoti accetti l’Accordo d’uso e la Politica sulla privacy di Mediartrade


Hai già un account su Mediartrade Casa d’Aste? Accedi

Password dimenticata?

Se non ricordi la password, inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto. Riceverai un’e-mail contenente un link speciale per crearne una nuova. Assicurati di inserire lo stesso indirizzo utilizzato per accedere al tuo profilo.


Nuovo su Mediartrade Casa d’Aste? Registrati

*Messaggio di Conferma*

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Sed vestibulum purus vitae leo gravida semper. Sed orci orci, ultricies nec risu.


Non hai ricevuto l’email di conferma? Rimanda