Fontana

Italia
Pittore e Scultore

Lucio Fontana, celeberrimo per i suoi iconici “Buchi” e “Tagli”, nasce scultore. Il Maestro dello Spazialismo utilizza la ceramica fin dagli esordi della sua attività artistica con lo scopo di fondere pittura e scultura superando così i limiti della forma e dei generi per raggiungere un’ ipotesi di “arte totale”. Si tratta di ciò che Enrico Crispolti ha ben definito con “espressionismo fenomenologico” ovvero “una figurazione che si trova immersa nel divenire della materia”.  E’ nella cornice dei primi anni ’50 che Lucio Fontana realizza questa Crocifissione in ceramica policroma che Mediartrade propone all’ incanto il prossimo 5-6 aprile.


La ceramica risulta essere il mezzo migliore per esaltare il nesso spazio-colore-forma venendo a creare un rapporto fisico col circostante attraverso la luce che ne definisce i volumi. L’espressionismo figurativo di Fontana non nasce da una ricerca tesa alla decostruzione deformante, non si tratta di una demolizione della materia fine a se stessa, ma tale immagine riporta ad una concezione fenomenologica in fieri, in cui il segno e il colore si fondono con la materia suggerendone un’evoluzione, una trasformazione che Fontana cristallizza qui nella Crocifissione. La ceramica attraverso il proprio riflesso lucido ha la capacità di accentuare il rapporto con lo spazio, Il lucore del bianco avorio e del grigio scolpiscono lo spazio suggerendone un’idea mistica concettuale. Una leggera colatura rosso chiaro, un bagliore appena accennato, può essere concepito come un rimando ideale al martirio. Giulio Carlo Argan nel 1939 scrive: «Il colore non è un fenomeno di superficie, una determinazione o una variazione tonale del chiaroscuro inerente alla solidità materiale della cosa scolpita, ma è un principio plastico, spaziale della scultura di Fontana. Il riflesso è appunto la forma concreta di uno spazio senza profondità, aderente alle immagini come una seconda pelle. La stessa materia “sa” di spazio, partecipa allo spazio e più ancora per la continua palpitazione del modellato, che per una vibrazione superficiale all’azione esterna della luce». Il ruolo espressivo della materia è allora, nella scultura di Fontana, più dinamico e di maggiore coinvolgimento spaziale anche attraverso un più significativo e determinante impiego del colore. La figura del Cristo e della croce si fondono in un unicum in cui il confine tra figurazione e astrazione è talmente minimo da rendere arbitraria la definizione del soggetto. La composizione si impone per la propria espressività spaziale, ottenuta attraverso un segno agitato e veloce, tanto che la dimensione concettuale in cui si pongono le opere non è distante dalla violenza gestuale dei Concetti Spaziali degli anni ‘60. Lucio Fontana riconosce dunque nella fenomenologia plastica del barocco un archetipo di vitalismo immaginativo; materia empirica e artificiosa insieme, terrena e celeste insieme, dialettica molteplice tra colore, segno, spazio e materia di cangiante carnosità. 

Leggi di più Comprimi

Fonte

  • G. C. Argan, Su alcuni giovani: Fontana, in «Le Arti», a. I, fasc. III, Firenze, febbraio-marzo 1939, pp. 293- 295.
    Fontana Catalogo Generale volume primo, Enrico Crispolti, ed. Electa 1986
    Enrico Crispolti, Lucio Fontana Catalogo ragionato di sculture, dipinti, ambientazioni tomo I, ed. Skira, 2006
  • Crocifisso , 1950-55

    37.5 x 15 x 10.5 cm

    Ceramica policroma

    Siglato sul dorso

    € 90.000 - € 110.000

    Provenienza

    Collezione privata, Bergamo

     

    L'opera è accompagnata da certificato di autenticità su fotografia rilasciato dalla Fondazione Lucio Fontana, Milano.
    N. Archivio 1178/1
    Conferma di autenticità rilasciata dalla Fondazione Lucio Fontana, Milano nel 2019.
Opera 1 /

Altre Preview

Marino Marini

Cavallo e cavaliere

Achille Perilli

Studio

Piero Dorazio

Gamma II

Alberto Biasi

Agitato un po'

Enrico Baj

Personaggi

Igor Mitoraj

Persée

Afro

Senza titolo

Carlo Carrà

Marina

x

Hai delle domande ?

Contattaci al nostro numero di WhatsApp

+39 331 9467237

Registrati all’asta

Per registrarti all’asta e partecipare con offerte in preasta e in diretta devi avere creato il tuo account su Mediartrade


Hai già un account su Mediartrade Casa d’Aste? Accedi


Vuoi partecipare con offerte alle aste ma non hai ancora un account ?
Crea un Account

Login


Partecipa alle nostre aste. Crea un Account

Crea un Account

Registrandoti accetti l’Accordo d’uso e la Politica sulla privacy di Mediartrade


Hai già un account su Mediartrade Casa d’Aste? Accedi

Password dimenticata?

Se non ricordi la password, inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto. Riceverai un’e-mail contenente un link speciale per crearne una nuova. Assicurati di inserire lo stesso indirizzo utilizzato per accedere al tuo profilo.


Nuovo su Mediartrade Casa d’Aste? Crea un Account

*Messaggio di Conferma*

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Sed vestibulum purus vitae leo gravida semper. Sed orci orci, ultricies nec risu.


Non hai ricevuto l’email di conferma? Rimanda