Hartung

Germania
Pittore
Il lavoro di Hartung rappresenta un passo evolutivo fondamentale nella Storia dell’arte grazie al raggiungimento di un Astrattismo lirico, che nega la forma e conferisce un ruolo primario al gesto espressivo nel dominare il processo creativo.  Affascinato da temi legati allo spazio e al tempo, trae la sua ispirazione dal cosmo, dal cielo stellato, dallo studio della matematica alla musica, dalla filosofia alla ricerca della sezione aurea creando un linguaggio complesso, che lo porta però ad operare un’arte volta alla sintesi e all’essenza.

Questo rigore si riflette anche nei titoli dati alle opere. A partire dal 1949 inizia a registrare sistematicamente i nomi delle sue opere ma è dalla fine degli anni ’50 che i nomi dei suoi lavori assumono una catalogazione di rigore scientifico. I titoli sono, infatti, costituiti secondo uno schema preciso: una lettera che corrisponde alla tecnica usata, seguita dall’anno e da un codice sequenziale deciso dai suoi assistenti. Nel 1989 ben 110 lavori facevano parte di questo inventario. Apparentemente immediata, tutta la sua opera è in realtà frutto di un’estrema meditazione sulla costruzione dei rapporti tra segno e spazio, tra superficie e atto gestuale, tra colore e linea, alla ricerca di un linguaggio che arrivi a liberarsi completamente dalla figurazione e da qualsiasi riferimento esistente per significare solo se stesso, espressione dell’atto del dipingere in tutta la sua purezza. Questa sintesi è ben evidente nelle esplosioni materiche degli anni ottanta, quando nella casa-studio di Antibes – oggi sede della Fondazione Hans Hartung – l’artista aveva ritrovato una nuova carica creativa. E’, infatti, in questo periodo che riesce a creare alcune delle opere più vive e vibranti della sua carriera tra cui TI981R4 (1981) che Mediartrade porterà all’incanto il prossimo 8 e 9 Novembre a Milano presso la sede della Casa d’Aste.

“Nessun segno grafico in una delle mie tele, questo stupiva e spiazzava tutti. Attraverso queste grandi masse brunastre o nere, cerco di cogliere l’interiore, di identificarmi con le tensioni atmosferiche e cosmiche, con le energie, con le radiazioni che governano l’universo”. I dipinti degli anni Ottanta risultano quindi permeati di armonia gestuale,  un vivace lirismo che reinventa la forma ed il colore.  Per Hartung il segno è un atto di libertà: "La prima e più importante cosa è rimanere liberi, liberi in ogni linea che intraprendi, nelle tue idee e nella tua azione politica, nella tua condotta morale", ha affermato una volta. La grande lezione di Hartung influenzerà artisti come Scanavino, Mathieu che si ispireranno a lui graffiando, incidendo e segnando la superficie dell’opera.
Leggi di più Comprimi

Fonte

  • - Hans Hartung. The Final Years 1980-1989 (Londra: Timothy Taylor Gallery, 2011)

    - Hans Hartung: opere scelte 1947-1988, catalogo a cura di Paolo Repetto e Michela Zerrilli; testi di Paolo Repetto e Chiara Stefani, pag. 6

    - Il differenziarsi dei linguaggi, Brescia, Puntografico, 1990

    - Hans Hartung, Autoportrait, récit recueilli par Monique Lefebvre, Grasset, Paris, p.245

  • T1981-R4 , 23 novembre 1981

    H92 x L65 cm

    Acrilico su tela

    Firma siglata e data in basso a destra
    Sul retro numero registro 1694 Fondation Hans Hartung et Anna-Eva Bergman
    Etichetta Galerie Sapone, Nizza sul retro

    € 60.000 - € 70.000

    Provenienza

    Galerie Sapone, Nizza
    Collezione privata, Firenze

     

    L'opera è accompagnata da certificato di autenticità su fotografia rilasciato dalla Fondation Hans Hartung et Anna - Eva Bergman, in data Antibes 04/02/2000.
    N. registro 1694
Opera 1 /

Altre Preview

Alighiero Boetti

Aerei

Piero Dorazio

Distanze I

Carlo Carrà

Marina con vela

Agostino Bonalumi

Azzurro

Giorgio De Chirico

Piazza d'Italia con figura

Massimo Campigli

Gruppo/ promenade

Afro

Senza titolo

Victor Vasarely

Felhoe

x

Hai delle domande ?

Contattaci al nostro numero di WhatsApp

+39 331 9467237

Registrati all’asta

Per registrarti all’asta e partecipare con offerte devi avere creato il tuo account su Mediartrade


Hai già un account su Mediartrade Casa d’Aste? Accedi


Vuoi partecipare con offerte alle aste ma non hai ancora un account ?
Crea un Account

Login


Partecipa alle nostre aste. Crea un Account

Crea un Account

Registrandoti accetti l’Accordo d’uso e la Politica sulla privacy di Mediartrade


Hai già un account su Mediartrade Casa d’Aste? Accedi

Password dimenticata?

Se non ricordi la password, inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto. Riceverai un’e-mail contenente un link speciale per crearne una nuova. Assicurati di inserire lo stesso indirizzo utilizzato per accedere al tuo profilo.


Nuovo su Mediartrade Casa d’Aste? Crea un Account