Milano Design Week

In occasione del Salone del Mobile 2021 Mediartrade Casa d’ Aste è lieta di presentare dal 6 al 16 settembre nella sede di Via Marco Polo 9, Milano (orari di apertura 10.00 -13.30 /14.30 - 19.00) una ricca selezione di pezzi iconici del design italiano dagli anni Cinquanta agli anni Duemila.

Si desidera segnalare in special modo il mobile credenza Freemont per Memphis del 1985 circa di Ettore Sottsass, un oggetto per cui l’alchimia di forme, colori e materiali produce nuovi canoni estetici in grado di conferire ad un oggetto d’arredamento uno spessore simbolico il cui principio sta nel suscitare stupore prima che se ne percepisca la funzione. A seguire un autentico omaggio di Sebastian Matta al Surrealismo attraverso cui l’artista riesce a tradurre l’inganno delle opere di Magritte in un eccentrico oggetto di design: “MAgriTTA” del 1970 circa, una struttura in fibra di vetro ricoperta in tessuto nero e seduta in schiuma di poliuretano espanso ricoperta di tessuto verde.

Citiamo, tra gli altri, l’originale seduta con scocca in plexiglas e interno in poliuretano espanso, con meccanismo che riproduce il suono del mare e il garrito dei gabbiani di Piero Gilardi del 2002. A seguire per C&B l’iconica poltrona Amanta del 1966 circa di Mario Bellini attraverso cui l’architetto e designer industrializza il processo di produzione introducendo per la prima volta una scocca portante in poliestere stampato e rinforzato in fibra di vetro, una sorta di vassoio su cui i cuscini sono appoggiati e fissati con un sistema di perni filettati.

A seguire una coppia di poltrone Wassily modello B3 del 1960-1970 circa di Marcel Breuer, esemplificative della poetica Bauhaus. E ancora due tavolini Giovanni Gariboldi con piano in ceramica produzione Richard Ginori.

Degli anni Cinquanta citiamo una coppia di poltroncine con struttura in legno con seduta e schienali imbottiti rivestiti in skai produzione Dal Vera. E ancora Tito Agnoli con la poltrona BP4 in giunco per Bonacina del 1960 circa, una pregevole serie di tavolini Gianfranco Frattini di produzione Pierluigi Ghianda del 1980 circa e, sempre a firma Frattini, la lampada modello 597 in alluminio laccato e frange in nylon produzione Arteluce. E ancora molti altri oggetti che presentano caratteristiche di originalità e ricercatezza.

x

Hai delle domande ?

Contattaci al nostro numero di WhatsApp

+39 331 9467237

Registrati all’asta

Per registrarti all’asta e partecipare con offerte devi avere creato il tuo account su Mediartrade


Hai già un account su Mediartrade Casa d’Aste? Accedi


Vuoi partecipare con offerte alle aste ma non hai ancora un account ?
Crea un Account

Login


Partecipa alle nostre aste. Crea un Account

Crea un Account

Registrandoti accetti l’Accordo d’uso e la Politica sulla privacy di Mediartrade


Hai già un account su Mediartrade Casa d’Aste? Accedi

Password dimenticata?

Se non ricordi la password, inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica qui sotto. Riceverai un’e-mail contenente un link speciale per crearne una nuova. Assicurati di inserire lo stesso indirizzo utilizzato per accedere al tuo profilo.


Nuovo su Mediartrade Casa d’Aste? Crea un Account

Vendi con noi

Ottieni il massimo dai tuoi beni. Contattaci per inserirli nelle nostre prossime aste. Sapremo valorizzare il loro potenziale!

Inizia a vendere con noi